piazza-navona-grano

18

ago

Piazza Navona: storia e curiosità

Con la sua gioiosa esplosione di curve e con i capolavori di Bernini e Borromini che vanta, la sensuale Piazza Navona rappresenta e sintetizza la Roma barocca, in cui si avverte con forza l’attrazione delle cose terrene.

Come tutte le grandi piazze italiane, è stata per secoli un grande teatro all’aperto dov’è andata in scena ogni sorta di drammi e commedie della vita.  E’ tipico del Barocco romano sovrapporre un luogo di divertimenti contemporaneo al sito dove sorgeva un monumento dell’antichità.Definita la Piazza Barocca di Roma, Piazza Navona ha, al contrario, origini più antiche.

All’interno del Rione Parione, Piazza Navona prende nome dal termine “Agone”, che in greco significa gara, battaglia, e veniva utilizzato per indicare manifestazioni pubbliche di giochi. Ai tempi dell’antica Roma, all’incirca nel 86 d.C, la Piazza era lo Stadio di Domiziano, utilizzato come arena principale per i giochi di atletica e per le corse dei carri, che fino ad allora avevano avuto luogo nel Campo Marzio, luogo più adatto ai giochi perché fuori dalla città.

Fino alla metà del XV secolo era possibile vedere i resti dell’antico Stadio ricoperti di erbacce, ma già alla metà del XVII secolo, con i lavori di ristrutturazione ordinati da Papa Innocenzo X, la Piazza mantenne solo il suo vecchio perimetro e cambiò completamente aspetto. Oggi tra i palazzi edificati per mano di Papa Innocenzo X, sono compresi Palazzo Pamphilj, sede dell’Ambasciata del Brasile, e la Chiesa di Sant’Agnese in Agone, la cui costruzione si deve a Borromini.

S. Agnese in Agone

Sant’Agnese in Agone sorge nel luogo dove avvenne il miracolo di Santa Agnese. Agnese, ancora tredicenne, che aveva rifiutato di sposarsi, venne denudata davanti alla folla dello Stadio, ma miracolosamente le crebbe una folta chioma di capelli grazie alla quale poté coprire il suo corpo nudo. In seguito, Agnese venne sgozzata con una spada e oggi è diventata la patrona di tutte le giovani donne.

piazza-navaona-fontane

Le fontane di piazza Navona

Ai lati e al centro della Piazza è possibile ammirare le tre fontane che caratterizzano Piazza Navona. La più importante è posta di fronte alla facciata di Santa Agnese in Agone. E’ la Fontana dei Quattro Fiumi, in cui sono scolpite quattro statue in rappresentanza dei quattro fiumi considerati all’epoca i più importanti: il Nilo, il Danubio, il Gange e il Rio de la Plata. I lavori della Fontana furono eseguiti dal Bernini, acerrimo rivale del Borromini. Infatti, una delle statue, quella del Danubio, scolpita proprio di fronte alla Chiesa, con la mano alzata per proteggersi dal pericolo del “crollo” della chiesa dedicata a Sant’Agnese, opera del Borromini. Non si sa se sia leggenda o se sia realtà, ma sicuramente descrive bene l’ostilità che vi era fra i due artisti. Al centro della fontana dei Quattro Fiumi vi è l’obelisco egiziano precedentemente ubicato nel Circo di Massenzio.

La seconda fontana è la Fontana del Moro, scolpita con delfini e animali marini, anche questa realizzata dal Bernini. All’estremità opposta è possibile ammirare la Fontana del Nettuno, raffigurante Nettuno che combatte un mostro marino circondati da altre creature marine.

A due passi da piazza Navona

A Piazza Rondanini 53, a due passi dalle tele del Caravaggio, potete venire a provare la cucina di Grano. Da anni selezionamo gli ingredienti migliori e le primizie di stagione per presentarvi un menu di mare e di terra preparati secondo la tradizione o da noi variati con un tocco di fantasia, sempre nel rispetto dei sapori genuini e della cucina sana.

Abbiamo un’ampia lista di vini bianchi, rossi e di bollicine, ed ogni giorno selezioniamo le migliori etichette per metterle in mescita, dandovi la possibilità di bere solo un calice del vino che più preferite.

Potrete accomodarvi in una delle tre sale interne, dominate dal legno e dal colore bianco alle pareti, oppure nel dehors esterno, a due passi dai famosissimi monumenti del Centro, ma al riparo dalla confusione della città.

Venite a trovarci,  siamo aperti tutti i giorni, a pranzo e a cena, e per noi ospitarvi sarà un vero piacere!

Prenota

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

 

Di idearia | Blog | 0 comment

Commenti chiusi.